Articoli marcati con tag ‘preparazione tè’

Le vostre lettere: la teiera sul fuoco?

Ciao Acilia!
Sono Sara e seguo il tuo sito da un po’ di tempo. Adoro il tè e pian piano mi sto avvicinando a questa dimensione fantastica.
Da sempre bevo tè nelle bustine, tuttavia in questi ultimi mesi ho scoperto il piacere (e soprattutto le qualità benefiche) del tè verde. Quindi niente più bustine, mi sono recata nel negozio della mia città e ho fatto rifornimento di Bancha.
È un rito che adoro, mi rilassa e mi fa sentire bene. Lo bevo circa tre volte al giorno e sono felice di aver scoperto un piacere così rasserenante e al tempo stesso così salutare 🙂
Tuttavia ho ancora alcuni dubbi che ho pensato tu potresti risolvere.
Dunque, ho acquistato un set da tè giapponese, con teiera in porcellana piccola e tazzine altrettanto piccole. L’acqua da riscaldare sul fuoco deve essere inserita in un contenitore a parte e poi una volta portata a ebolizione versata nell’apposita teiera con le foglie di tè?
Mi pare di aver letto da qualche parte che la teiera (meglio se di argilla) va messa direttamente sul fuoco…ma non oso immaginare la teiera piccola che ho acquistato sulle fiamme, potrebbe rompersi no?
Scusa la domanda che forse ti sembrerà stupida.
Intanto grazie dell’attenzione.
Ciao,
Sara [Bergamo]
Cara Sara,
ti ringrazio per avermi scritto, mi fa molto piacere che tu segua il mio sito da tempo.
Abbiamo iniziato tutti dal tè in bustine, è apprezzabile che tu abbia voglia di avvicinarti alle foglie sfuse 🙂
Non preoccuparti, la tua domanda non mi sembra affatto stupida; trovo che nessuna domanda lo sia, la curiosità è un istinto sano, sempre.
Dunque, in merito ai tuoi dubbi:
– prima di ogni altra cosa, l’acqua per preparare il tè (soprattutto se si tratta di tè verde come nel tuo caso) non va MAI portata ad ebollizione. Basta scaldarla fino a 60/70°C per i tè verdi e circa 85/90°C per i tè neri;
– assolutamente NO alla teiera sul fuoco; solo in rarissimi casi, quando per esempio la teiera è di ghisa, può essere messa direttamente sul fuoco con lo spargifiamma (ma personalmente preferisco non farlo mai, perché si corre il rischio di rovinarla dimenticandola per un minuto in più). In caso contrario, per tutti gli altri materiali (quindi anche per la tua porcellana), è sufficiente scaldare la teiera con acqua calda corrente, in modo che dopo, durante la preparazione, non raffreddi immediatamente il tè. A questo punto, l’acqua da scaldare sul fuoco può essere messa in un comune pentolino di acciaio.
Quindi riassumendo i passaggi:
1) scaldare la teiera con acqua calda corrente, all’interno e all’esterno, e se possibile anche le tazzine;
2) scaldare l’acqua per il tè sul fuoco in un pentolino di acciaio;
3) svuotare la teiera dall’acqua corrente e metterci dentro le foglie di tè (che con il calore e la leggera umidità inizieranno ad idratarsi e liberare l’aroma);
4) quando l’acqua nel pentolino avrà raggiunto la giusta temperatura, versarla nella teiera sulle foglie, coprire per il tempo che occorre, rimuovere le foglie e servire.

Mi auguro di esserti stata utile e di essere riuscita a spiegarti tutto con chiarezza. Rimango a tua disposizione per qualunque altra informazione.
Buon tè e buona serata.

Acilia