Articoli marcati con tag ‘Dai diamanti non nasce niente’

Le cose da crescere

Lo spunto per augurarvi delle buone vacanze mi arriva quest’anno da un librino sfizioso che ho ricevuto in regalo da un caro amico, perché sostenesse la mia “curiosità verde”: Dai diamanti non nasce niente, di Serena Dandini, edito da Rizzoli.
È una piacevolissima passeggiata sentimentale alla ricerca della bellezza, è dedicato a chi vede nella passione per le piante un modo di essere, una filosofia di vita.
Scorrendo le pagine, tra citazioni letterarie, pittoriche e cinematografiche, tra aneddoti e riflessioni più o meno ironiche, si comprende che attraverso il giardino ci si può scoprire coltivatori di se stessi. Perché si comincia dal proprio spazio privato, che però è anche esposto e dunque pubblico, di conseguenza condiviso.
La Dandini tenta di dirci che il paesaggio naturale, la vegetazione, ci insegna ad allargare l’orizzonte. “Per sua natura il giardiniere è proiettato in avanti, almeno fino alla prossima fioritura: sa aspettare e progettare, deve avere fiducia e intravedere un poi, un domani, un non ancora“.
Del resto Cicerone affermava: “Se possedete una biblioteca e un giardino avete tutto quel che vi serve“. Questo verde ci è necessario come una cura.
Il giardino non è solo un appezzamento dietro casa, ma una metafora ad ampio spettro che coinvolge il mondo. Se impariamo ad avere cura delle nostre piantine, sarà più facile coltivare i nostri sogni: dedicarci con attenzione e passione a qualcosa ci aiuta a tirare fuori i nostri istinti migliori“.
Questo libro fa il suo dovere: arricchisce lo sguardo. Dopo averlo letto si impara a camminare per strada alzando gli occhi in direzione dei balconi altrui, “per riposarli su qualcosa di verde e di vivo che ci ricordi chi eravamo prima di diventare schiavi delle applicazioni del nostro smartphone“.

Il mio augurio dunque per queste vacanze è di sporcarvi le mani con la terra, di accostarvi alle piante e alla possibilità di imparare a cogliere i segnali. Di usare questo tempo più calmo per predisporre il terreno giusto per le cose da crescere. Perché “trafficare con le piante è una promessa di felicità“.

Io vi aspetto nella bottega che rimarrà aperta per l’intero mese di agosto, con l’intento di continuare a garantirvi una “Bella estate“.