Articoli marcati con tag ‘caffeina’

Le vostre lettere: la teobromina e l’ernia iatale

Ciao cara Acilia, scusa se ti contatto personalmente, ma ho davvero bisogno di un tuo consiglio: data la tua bravura e la tua gentilezza credo proprio che potresti essermi d’aiuto. Sai quanto io ami il tè….mi capisci!
Purtroppo mi hanno diagnosticato un’ernia iatale e un cardias gravemente incontinente: ovvero, la valvola dello stomaco non “tiene” più e questo mi dà tantissimi problemi.
Sapevo che per l’ernia iatale la teina non è certo un aiuto; ho cercato quindi di acquistare qualità di tè con poca teina e di fare vari lavaggi delle foglie, bevendo la seconda o la terza infusione. Ma quello che ho scoperto di recente è che il muscolo della valvola cardias è danneggiato non tanto dalla teina, quanto dalla teobromina presente anche nel tè.
Non potresti consigliarmi delle qualità di tè a basso contenuto di teobromina? Non sono riuscita a trovare molto sull’argomento.
Ti ringrazio in anticipo della tua cortesia e del tuo interessamento, mi aiuteresti davvero tanto perchè rinunciare al tè, dato che sono molte le rinunce alimentari che devo fare, proprio non mi va….anche perchè il tè è un alleato davvero prezioso per il benessere di corpo e mente.
Un abbraccio e grazie ancora.
Romina [Livorno]
Carissima Romy,
non devi scusarti se mi contatti personalmente, mi fa sempre molto piacere.
Mi dispiace sapere di questa patologia che ti hanno diagnosticato, a dire il vero non ne avevo mai sentito parlare.
Ti ringrazio per la bravura che mi riconosci, ma ad essere sincera non mi sento all’altezza di darti un consiglio in merito ad un argomento così serio e delicato. Pertanto ho pensato di girare la tua email a Gianluigi Storto: sono certa sia in grado di fornirti informazioni più esatte e più complete di quelle che potrei azzardare io.
Nel frattempo, cerca di evitare il tè nero e prova a bere esclusivamente tè bianco naturale preparato con quantità e tempi di infusione molto blandi. O in alternativa, in attesa di risposte, opta per una tazza di Rooibos (appartenendo ad un arbusto diverso da quello del tè non contiene caffeina) o un infuso di frutta disidratata.
Capisco la tua preoccupazione, ma sono certa riusciremo a trovare una soluzione, stai tranquilla.
Ricambio il tuo abbraccio, a presto e buon weekend.
Acilia
“ll tè contiene, oltre alla caffeina (non chiamiamola teina….) anche teobromina, l’alcaloide tipico del cacao, e la teofillina. Sono tre alcaloidi molto simili e il processo, anzi i vari tipi di processi, di decaffeinizzazione li elimina tutti e tre. Quindi un tè senza caffeina non contiene neanche teobromina e teofillina. Da questo punto di vista puoi stare tranquilla.
Trovare invece un “buon” tè decaffeinato…beh, questo è un altro discorso. In genere vengono decaffeinati tè di largo consumo; difficilmente, almeno in Italia, trovi tè verdi o bianchi senza caffeina.
Invece ti sconsiglio di mettere in pratica il vecchio (e sbagliato) consiglio della nonna di fare due o tre infusioni di tè pensando che mano mano diminuisce il contenuto di caffeina (e teofillina e teobromina). Può succedere ma può succedere anche il contrario, che cioè, mano mano che vai avanti con le infusioni, il contenuto di caffeina aumenti. È stato ormai dimostrato scientificamente.
In definitiva, se soffri di ernia iatale e di problemi cardiaci, evita queste bevande (ma anche molte bibite comuni a base di caffeina) o utilizza tè decaffeinati”.
Un caro augurio
Gianluigi