- Insieme a Tè – Il blog di Acilia - https://www.insiemeate.net -

Tre finestre sul cortile

Un post di passaggio per ringraziare tre care amiche per le interessanti opportunità che mi hanno regalato.

La prima è Miralda Colombo [1], ideatrice e curatrice di un blog delizioso scritto a due mani più due manine e un cucchiaino [2]. Ha scritto un articolo sulla rivista KIDS [3] invitandomi a rispondere a qualche domanda circa il rapporto tra il rito del riposo dei bambini e le tisane. Così è nata La notte buona di Acilia [4].

La seconda è Elena Torresani, la redattrice del blog di Maggie [5], uno spazio delle idee per far conoscere chi e come sta salvando il mondo. Mi ha intervistata durante una lunga e piacevolissima chiacchierata e mi ha dedicato un articolo [6] nel suo spazio virtuale.
È stato per me un onore, per la devozione e l’accurata selezione degli argomenti e delle protagoniste che Elena conferma ogni giorno in ciò che scrive.

[6]

La terza è Sandra Salerno [7], che nel suo ormai famoso e amato blog Un tocco di zenzero [8] ha ospitato 3 dei Sei sentieri [9] della bottega virtuale, associandoli a 3 raffinate e originali ricette.
Da molti anni cura progetti legati al mondo del cibo e del vino, è una talentuosa fotografa e una consulente gastronomica appassionata e curiosa. Negli ultimi tempi è diventata anche cuoca a domicilio.

[10]
Creando queste 3 ricette ha dato ancora più prestigio a queste foglie che, per storia, lavorazione e aroma sono già fortemente caratterizzate.
Tengo a condividerle con voi perché possiate divertirvi a sperimentare il tè anche come ingrediente, sfruttando le sue potenzialità non solo in tazza.
Utilizzando l’oolong Li Shan [11], Sandra ha articolato un profumatissimo risotto alla lavanda [12], aromatizzando l’acqua di cottura con del finocchio e alcune foglie di tè.
Due proposte a base di pesce invece ha riservato per il tè verde Anji Bai [13] e il tè bianco Ye Sheng selvatico [14]. Il primo declinato in una insalata di sgombro affumicato [15] con semi di senape e alchechengi, il secondo in uno spiedino di branzino [16] in infusione nel tè con funghi champignon neri.

[17]


Mi piace sempre vedere in quanti modi il tè possa farsi stimolo. Nelle parole, tra i fornelli, sulla carta stampata, nelle consuetudini dei bambini.
Ringrazio di cuore tutti coloro che scelgono di aprire una finestra su questo che voglio definire cortile, e non mondo del tè, perché ne dà la giusta dimensione di intimità e valore. Perché come il cortile, dà luce e lascia passare aria.