Articoli marcati con tag ‘pollo’

Di crepe, pollo e miscele

Tre idee per sperimentare i tè della bottega virtuale nelle declinazioni più disparate.
Una arriva dall’estate sulla mia terrazza; l’altra ci è stata suggerita da un lettore appassionato di cucina, architettura e tè; l’altra ancora da una cara amica e cliente che si diletta a creare miscele personalizzate con i tè e le tisane della bottega correggendole anche con spezie.

La ricetta della mia crepe salata è assai veloce, leggera, gustosa, adatta soprattutto a pranzi, cene o brunch improvvisi. Servendola con una tazza di Bai Lin Gong Fu Superior o di Shiawase  diventa un piatto originale, raffinato, di sicuro impatto sia visivo che gustativo.

Ingredienti (per 4 crepes piccole)
Per l’impasto:
– 500 ml di latte di soia (o latte normale parzialmente scremato)
– 2 uova
– 200 g di farina integrale
Per il ripieno:
– 1 zucchina grande tagliata a tocchetti
– 1 carota media
–  1 melanzana piccola
– cumino (facoltativo)
– 100 g di pecorino poco stagionato dolce tagliato a tocchetti

Frullate tutti gli ingredienti per l’impasto in un mixer e lasciate riposare per 10 minuti circa. Successivamente passate attraverso un colino per eliminare eventuali grumi.
In un wok versate appena 1 cucchiaio di olio d’oliva, mettete tutte le verdure, uno spicchio d’aglio privato dell’anima e pochissima acqua. Lasciate cuocere a fuoco medio mescolando di tanto in tanto per circa 15 minuti.
Se vi piace il cumino, tostatene una manciata di semi in un’altra padellina antiaderente per pochi minuti. Dopodiché pestateli in un mortaio e uniteli alle verdure.
Ungete una padella antiaderente non molto grande dai bordi bassi con poco burro di soia, fatela riscaldare bene e versate un mestolo di impasto per volta, lasciando cuocere circa 2 o 3 minuti per lato.
Farcite la crepe con il ripieno di verdure, aggiungete i tocchetti di pecorino dolce, arrotolatela e tagliatela a rondelle.
Servite adornando con del timo fresco se ne avete.


La ricetta di Marco invece è un secondo fresco e corroborante, in cui il tè diventa uno degli ingredienti principali:

Pollo affumicato al tè con pompelmo e finocchi

Ingredienti (per 4 persone)
– 600 g di petti di pollo interi
– 1 cucchiaio di tè [vi suggerisco l’Houjcha o il China Special Golden]
– 1 cucchiaio di riso
– 2 cucchiaini di zucchero
– 1 pompelmo rosa
– 1 pompelmo giallo
– 2 finocchi
– 1 cetriolo
dragoncello q.b.
– 2 cucchiai di yogurt naturale
– 3 cucchiai di olio EVO
– sale q.b.

Mettete il pollo in un cestello per la cottura a vapore, coprite e cuocete una mezz’oretta sopra una pentola con acqua bollente salata e poi lasciate intiepidire nel cestello stesso.
In un wok mettete dei fogli di alluminio a rivestire le pareti [va bene anche una larga padella antiaderente]; aggiungete le foglie di té, lo zucchero e il riso e mescolate.
Coprite e scaldate su fiamma dolce. Appena comincia a formarsi fumo, mettete sopra il cestello con il pollo e affumicatelo per 20 minuti, lasciando poi raffreddare.
Pulite e riducete a spicchi i finocchi, lavate a e affettate con una mandolina rigata il cetriolo, spremete il succo dei pompelmi. Al succo aggiungete lo yogurt, un pò di dragoncello [non tanto che è dolciastro], l’olio e un pizzico di sale.
Infine tagliate il petto a fette non troppo spesse, aggiungete cetrioli e finocchi [e se vi piace anche degli spicchi di pompelmo] e cospargete con l’emulsione di succo di pompelmo e yogurt.
Servite accompagnando con una tazza di tè bianco naturale selvatico Ye Sheng, che grazie alla sua spiccata nota minerale e ai suoi sentori lievemente agrumati e di nocciola, asseconda e contrasta al tempo  stesso il sapore del pompelmo, dei finocchi e dello yogurt.

In ultimo, Elvira propone una miscela personalizzata creata al mattino per la colazione, per garantirsi un risveglio salutare, profumato e rinvigorente, all’insegna della musica da meditazione. Lo ha chiamato Amarillide, il nome di un fiore il cui significato è preghiera, bellezza, fierezza.

Infuso Amarillide 

Ingredienti (per una tazza da 300 ml)
– 2 cm di zenzero fresco
– 1 cucchiaino di Tisana Buon Umore
Р1 cucchiaino e mezzo di t̬ verde aromatizzato Altri Tempi
– miele q.b.

Fate bollire la radice di zenzero sbucciata in 300 ml di acqua per circa 5 minuti. Successivamente filtrate e lasciate infondere nel decotto di zenzero le foglie della tisana per 6 minuti.
Nel frattempo l’acqua sarà giunta alla temperatura giusta (75°/80°C) per infondervi anche le foglie del tè verde per circa 2 minuti.
Alla fine filtrate tutto e aggiungete a vostro piacimento del miele.

Olio aromatizzato al Genmaicha

Ne avevo parlato già qui, consigliandovi di sorseggiarlo insieme ai cibi salati.
Il Genmaicha è un tè singolare, unico per il gusto e il tipo di lavorazione a cui viene sottoposto. È stuzzicante, leggero e capace di conquistare qualunque palato: chi lo assaggia per la prima volta ne rimane sedotto.

In virtù della sua versatilità, ho voluto sperimentarlo in un’infusione a freddo con l’olio d’oliva e il risultato è stato un condimento saporito e accattivante.
Potete utilizzarlo in varie occasioni e in modi diversi: nelle vellutate, nelle marinate di pesce crudo, sulle bruschette, per il pinzimonio, nelle crepes salate e su carpacci di carne o verdura.

Il procedimento è semplicissimo:
• 10 cucchiaini di Genmaicha
• 100 ml di olio d’oliva
Versate le foglie del tè in una bottiglia piccola dotata di un tappo ermetico. Aggiungete l’olio (che deve coprire completamente le foglie), chiudete e lasciate macerare per almeno 4 settimane.
Successivamente potete filtrare oppure no, se amate sentire sotto il palato i chicchi di riso soffiato e tostato.


Vi lascio una delle ricette in cui l’ho provato, un’insalata di pollo speziato.

Ingredienti (per 2 persone):

Per la marinatura:
• 1 petto di pollo grande tagliato a fettine
• 1 cm di zenzero fresco grattugiato
• 1 spicchio d’aglio piccolo tritato
• 1 cucchiaino di coriandolo fresco tritato
• 1 cucchiaio di aceto di mele
• 3 cucchiai di olio aromatizzato al Genmaicha + 3 per la cottura

Per l’insalata:
• 1 tazza di germogli di soia
• 1/2 lattuga romana
• 1 carota media tagliata a bastoncini
• 1/2 cipolla rossa piccola tagliata ad anelli
• 1 cucchiaino di semi di sesamo

Mescolate gli ingredienti per la marinatura in una terrina piccola, aggiungete il pollo tagliato a pezzi e lasciatelo marinare per un paio d’ore in frigorifero.
Scaldate poco olio aromatizzato al Genmaicha a fuoco alto in un wok, estraete il pollo dalla marinatura e friggetelo per 5 minuti finché risulterà ben cotto.
Mescolate gli ingredienti per l’insalata e disponeteli su due piatti. Adagiatevi il pollo, cospargetelo di semi di sesamo e servite immediatamente.