Chi sono

Si beve il tè per dimenticare il frastuono del mondo“.
Da questo assunto nasce l’esigenza di creare un cantuccio ovattato, intimo, silenzioso, in cui mettere poche cose: i pensieri, miei e vostri, e i mille volti di questo prezioso nettare.

È la bevanda più antica dell’umanità, ha attraversato ogni luogo e cultura; quale compagna migliore per tracciare il percorso di una vita?
Il tè racconta, invita, avvicina, si offre, è sinonimo di ospitalità e convivialità. Aderisce fedelmente alla coscienza degli individui ed è il più chiaro rivelatore dell’anima. È il pretesto per incontri e riflessioni, come qui, come adesso. Come sarà.

La speranza è quella di scoprire e condividere, insieme a qualche spunto di vita vissuta, il piacere della meraviglia di questo impero dei sensi.

Benvenuti.

 

CHI SONO per gli amici:

    • Acilia rincorre il domani. Segna il tempo con tazze fumanti di tè.
      Ascolta, ama sperimentare e il più delle volte le riesce davvero bene. Adoro ascoltarla mentre racconta delle sue scoperte, dei profumi e dei sapori dei mille tè di cui ha carpito ogni segreto.
      È un’appassionata e appassiona. La cura che mette in ogni cosa travolge e ti fa venir voglia di metterti all’opera.
      Ah se vi conosce bene, è persino in grado di scegliere il tè giusto per voi. Con me lo ha fatto, e da allora l’Amacha Budda Tè accompagna tutte le mie giornate.

      Giusy


    • Acilia è un folletto. Iperattiva, ci vuole il satellite per sapere dov’è. L’Italia è il suo campo giochi, ma ogni tanto salta anche il recinto.
      Acilia è precisa. Vi auguro di non lasciare mai nulla in sospeso o di non spiegato con lei: non molla la presa tanto facilmente.
      Acilia è una guerriera. Quando si mette in testa di fare una cosa, la farà, se minimamente è alla sua portata. È nata così, molto “professional”: pazienza.
      Acilia è nata nel 1980, è originaria e vive attualmente in una città della Puglia, è laureata in Comunicazione.
      Acilia sa dare poesia ed eleganza a qualsiasi cosa scriva. Se pensate che la forma valga meno del contenuto, vi farà cambiare idea in un attimo.
      Ah, ad Acilia piacevano i tè, state vedendo quel che ha combinato. Fate voi.

      [Nybras]


    • Seguo il blog di Acilia dagli inizi, i nostri blog sono nati più o meno nello stesso periodo, tre anni fa.
      Il suo mondo delicato e profumato del tè mi ha saputo conquistare piano piano, e se ora ne bevo e lo apprezzo, in particolar modo il tè verde, lo devo in gran parte alla divulgazione che grazie al blog InsiemeaTè Acilia per prima ha saputo fare in rete.
      Ora che il blog ha raggiunto un’importante maturità, sono sicura che saprà condurci sempre più verso la conoscenza di questa bevanda affascinante e antica.
      Chi è Acilia? Una ragazza dalla folta chioma, e dal sorriso intenso.
      Mi piace il suo modo di porsi mai banale, e l’attenzione che mette in quello che pensa e che dice. A volte è critica, ma è sensibile e attenta. Un’ottima compagnia per bere una tazza di tè!

      Francesca V.


    • Acilia è una donna romantica e introspettiva ma ha anche un certo senso dell’umorismo e una risata generosa che le illumina i grandi occhi verdi. La scrittura è la sua forma di espressione prediletta ma non disdegna la fotografia. Ama Degas e la danza e mi fa scoprire delle bellissime poesie di cui  è avida lettrice. È una persona forte e orgogliosa ma non ha paura di mostrare le sue debolezze. Le piacciono i dolci e ama preparare con le sue mani nivee colazioni memorabili. Ha una passione autentica per il tè e con essa vi ammalierà se accetterete l’invito di fermarvi qui e lasciare che racconti.

      Kja

       

    • Acilia sa che le volute di fumo sono nuvole portatili, che le foglie di tè sono mani chiuse pronte a spiegarsi, e raccontare.
      Racconta storie, o piuttosto traduce ciò che ha visto scivolare nel segreto della tazza. Sa che ogni infuso è la storia di un’abbondante pioggia e di un lungo viaggio, il riassunto di attenti movimenti di dita, il precipitato di innumerevoli attese.
      Il tè è per lei la più alta celebrazione dell’intimità, il guscio teporoso in cui nascondere ogni cosa preziosa: tutto ciò che, per conservarsi intatto, nel rito va rinnovato.
      Acilia scrive per sollevarvi il mento dalla tazza, puntare il dito alle nuvole di fumo, e giocare a indovinare le figure.

La Possibilità