Ochazuke: un incontro perfetto tra riso e tè

Il riso e il tè verde sono indissolubilmente legati all’immagine del Giappone perché sono due elementi fondamentali dell’alimentazione quotidiana di questo Paese. Il riso al vapore, per esempio, è protagonista di tutti i pasti della giornata, inclusa la colazione; il tè verde non solo accompagna la colazione, il pranzo e la cena, ma è anche una bevanda consumata regolarmente a qualunque ora del giorno e della notte.
Riso e tè verde sono, dunque, ingredienti deliziosamente giapponesi e l’uno non potrebbe esistere in armonia senza l’altro.
Non deve quindi stupire l’esistenza dell’ochazuke お茶漬け (tradotto non letteralmente significa a bagno nel tè verde), una zuppa di riso bianco al vapore innaffiato con tè verde caldo.
Questa delicata zuppa, sebbene sia molto semplice da preparare, racchiude in sé il sapore più puro e autentico della cucina giapponese e può essere una tappa interessante per chi si sente affascinato dalla gastronomia nipponica.           


L’ochazuke è un piatto molto confortante e per questo molto amato nelle giornate fredde o quando ci si ritrova lo stomaco sottosopra in seguito ad un’influenza, un pasto troppo abbondante o un consumo eccessivo di alcolici. Insomma, un vecchio e semplice rimedio che saprà farvi ritornare il buonumore.
Le dosi sono approssimative poiché questa è una ricetta nata dal bisogno di utilizzare avanzi di riso del giorno stesso o di quello prima, quindi vi consiglio di andare ad occhio a seconda del vostro appetito.
Naturalmente gli ingredienti da non saltare assolutamente sono il riso al vapore e il tè verde, ma per il resto sentitevi autorizzati ad essere creativi.  Pur non essendoci una ricetta precisa per l’ochazuke, in genere alcuni degli ingredienti tipici sono l’alga nori, cracker di riso sbriciolati, prugne umeboshi, polpa di salmone cotto. In alternativa, sono ottimi anche i semi di sesamo, prezzemolo, cipollotti verdi, polpa di tonno cotto, wasabi, gamberetti, qualche tocchetto di pollo alla griglia.  

Ingredienti per una persona:

  • Una tazza scarsa di riso al vapore (il Vialone Nano è la varietà più simile al riso giapponese)
  • Tè verde q.b. (qualunque varietà va bene, ma consiglio del sencha o del bancha. Da evitare assolutamente il matcha)
  • Una prugna umeboshi
  • Alga nori sbriciolata oppure tagliata a listarelle
  • Un cucchiaino di cipollotto verde tritato
  • Un cucchiaino abbondante di polpa di salmone cotto

     

Il riso per l’ochazuke è bene che sia caldo o almeno tiepido, quindi se state usando degli avanzi freddi riscaldateli velocemente prima di riutilizzarli.
Mettere il riso in una scodella e versarvi sopra il tè verde caldo e appena preparato.
Infine, guarnire il tutto con la polpa di salmone, il cipollotto tritato, l’alga nori e l’umeboshi. Se necessario, regolare di sale.
Buon appetito! O come si dice da queste parti, いただきます!Itadakimasu!

お茶はいかがですか。O-cha wa ikaga desu ka? Vi andrebbe una tazza di tè?
Tsubaki

 

Gli altri articoli di Tsubaki:
Un tè da Kazuha
Una pausa da Yamaguchi-ya
Una merenda invernale: dorayaki e hoojicha
La cultura del tè in Giappone e il sencha

Tag: , , ,

Stampa questo articolo Stampa questo articolo Segnala a un amico

8 Commenti a “Ochazuke: un incontro perfetto tra riso e tè”

  1. giugiu Scrive:

    grazie per la ricetta, devo proprio provarla! ^___^

  2. maura Scrive:

    Grazie, da provare! è una ricetta che incuriosisce tutti i cinque sensi 🙂

  3. FrancescaV Scrive:

    ogni volta che leggo una ricetta giapponese mi stupisco sempre della semplice bontà dell’insieme, e questo riso ne è l’ennesima prova. Chissà se un giorno riuscirò a nutrirmi così!

  4. artemisia Scrive:

    lo trovo un piatto entusiasmante, grazie.

  5. cobrizo Scrive:

    ottima alternativa veloce alla zuppa di miso. proverò!
    come procede la tua impresa? 😉
    buon lavoro!

  6. Acilia Scrive:

    @cobrizo
    Adoro la zuppa di miso 🙂
    La mia impresa sta procedendo, dovremmo quasi essere in dirittura d’arrivo. Le difficoltà da affrontare non sono poche, devo ammetterlo, ma la forte motivazione insieme alla vostra vicinanza non mi fanno perdere la fiducia e l’entusiasmo.
    Un abbraccio.

  7. yari Scrive:

    L’ochazuke è un piatto semplicissimo, ma concordo anch’io che sia uno di quelli che maggiormente racchiudono l’essenza giapponese. E insieme all’umeboshi è un vero toccasana.

  8. Eleonora Scrive:

    Trovo la descrizione splendida, cosi’ come la ricetta, domani mi rifornirò degli ingredienti ma per quanto riguarda la prugna penso sarà un po’ difficile reperirla.

Lascia un Commento